Estate
Inverno

DA NON PERDERE: I MULINI DI REINSWALD, I BUCHI DEI MINATORI E IL MUSEO CONTADINO ROHRERHAUS

Quando lo stupore diventa emozione

Come si viveva un tempo in Val Sarentino? Vi interessano i minerali, le miniere abbandonate, gli affreschi medioevali o preferite lo spettacolo della fioritura dei rododendri, la natura e i cavalli? O magari la vostra vera passione sono i mercatini dell’usato? Venite a scoprire le numerose bellezze naturali e culturali che potrete trovare solo qui in Val Sarentino e che vi lasceranno ricordi indelebili.

Il Lago di Valdurna

Il lago di Valdurna è un romantico laghetto di montagna in fondo all’omonima valle incastonato tra le Alpi Sarentine in Alto Adige. Il lago, che per la sua posizione particolare e la bellezza del paesaggio è stato riconosciuto come area protetta, è una meta molto amata da pescatori e escursionisti. Nei mesi invernali, la sua superficie ghiacciata è un richiamo irresistibile per appassionati di pattinaggio.

Il Lago Kratzberger (o lago di San Pancrazio) nelle Alpi Sarentine occidentali

Il Lago Kratzberger alimenta il Rio Sagbach che scende su strati di roccia e granito verso la frazione di Sonvigo. A ovest, il lago è dominato dalle Laste di Verdines; a nord la vista spazia libera sul Corno Bianco.

Stoanerne Mandlen: misteriose figure avvolte nella leggenda

Fatti di pietre arenarie impilate le une sulle altre, questi misteriosi personaggi, non di rado più alti di un uomo, si ergono snelli sulla cima della montagna. I Sarentinesi li chiamano Stoanerne Mandlen, ossia omini di pietra. In tempi remoti, narra la leggenda, furono silenziosi testimoni di riti e adunanze di streghe e fattucchiere.

La fioritura dei rododendri alpini al Passo Pennes

Un vero spettacolo della natura è quello che si può ammirare da metà giugno a metà luglio lungo la strada panoramica attraverso il Passo Pennes (2.211 m s.l.m.). In questo periodo, i ripidi pascoli su entrambi i lati della strada sono ricoperti da un mare di splendidi rododendri alpini in fiore.

Piattaforma panoramica sul Monte Croce

La piattaforma panoramica si trova a 2.086 m s.l.m. sul Sentiero Europeo E5 e offre una spettacolare vista a 360 gradi che spazia dalle Dolomiti alle montagne dell’Ortles e del Gruppo di Tessa.

Piattaforma panoramica Sattele nell’area sciistica & escursionistica Reinswald

Il modo migliore per raggiungere questo splendido belvedere nelle Alpi Sarentine orientali è quello di servirsi della cabinovia e di proseguire poi a piedi dalle malghe Pichlberg o Pfnatsch. In inverno, si può prendere la seggiovia dalla malga Pfnatsch per salire in vetta al Sattele a quota 2.460 m. La vista di cui si gode dalla cima è spettacolare in ogni stagione dell’anno, tant’è che il panorama sulle Dolomiti è ciò che si suol dire un autentico “cinema al naturale”.

I laghetti Urlelockn: tra leggenda e verità

Ai piedi del ristorante Sunnolm, nell'area sciistica ed escursionistica di Reinswald, giacciono i laghetti Urlelockn. Narra un'antica leggenda che qui vi fosse un tempo un lago incantato in cui trovavano sepoltura i forestieri che avevano perso la vita nella neve alta, le vecchie zitelle dalla vita troppo facile e le giovani contadine senza pudore. È un fatto, invece, che qui – proprio qui – si trovi il centro geografico dell'Alto Adige.

I mulini di Reinswald

I mulini di Reinswald si trovano nella Valle dei Molini in Val Sarentino. I mulini ad acqua, ampiamente restaurati, sono una popolare meta escursionistica sia d’estate che d’inverno (possibilità di sosta e ristoro).

Monte San Giovanni

Nella gola di Sarentino, non distante da Castel Roncolo, un imponente e scosceso sperone roccioso troneggia a 660 m s.l.m. È Monte San Giovanni, così chiamato per l'omonima cappella accovacciata sulla cima. Le fatiche della ripida salita si vedono ampiamente ricompensate dai suggestivi paesaggi e dalla graziosa chiesetta di San Giovanni.

Knappenlöcher: buchi di minatori a Laste

Sull'erto pendio ai piedi della capanna di Nid (Nie) sono tuttora visibili le tracce di una piccola miniera in cui fino al 1890 si estraevano piombo e fluorite. Verso il 1850, a sinistra della Parete di San Paolo fu aperta una galleria il cui accesso è oggi bloccato. Al di sotto della Cima Sulz fu scavata una seconda galleria sopravvissuta invece fino ai giorni nostri.

(Fonte dell'originale tedesco: "Sarntal unter Tage")

Knappenlöcher: buchi di minatori "al Morto"

Il monte d'argento delle Alpi Sarentine
Soprattutto nel XVI e XVII secolo, in queste gallerie – in parte ancora praticabili – si estraevano galena, sfalerite e pirite. L'attività mineraria, però, era iniziata ben prima, come testimonia un atto di donazione datato 1140. Particolarmente ben conservata è l'apertura della galleria di San Giovanni.

Mercatino delle pulci a Sarentino

Il mercatino, allestito nella cantina dell'antica Klompererhaus, invita a curiosare tra i suoi piccoli tesori ogni ultimo venerdì pomeriggio e sabato mattina del mese. Apre, inoltre, in luglio e agosto nelle serate dei cosiddetti mercoledì delle curiosità (Sarnar Virwitzmitte) e in inverno assieme all'Avvento Alpino, il mercatino di Natale della Val Sarentino.

Museo contadino Rohrerhaus

La casa Rohrerhaus è un antico maso della Val Sarentino con cucina a legna e forno per il pane oggi adibito a museo. Il grande maso, arredato in maniera semplice ed essenziale, racconta la quotidianità contadina di un tempo.

Saperne di più

Affreschi

Non c'è appassionato di arte sacra che non resti affascinato dagli affreschi, risalenti al XV secolo, della chiesa di San Nicolò a Valdurna. Non meno ammirevoli, tuttavia, sono i ricchi ornamenti delle chiese di Santa Maria Assunta e di San Cipriano a Sarentino, come anche di San Valentino sul Gentersberg e di San Giovanni in Bosco a Pennes.

Drechslerei Fritz: visita al laboratorio di un tornitore

Osservate il maestro in azione e scoprite i segreti dell'artigianato della Val Sarentino. Nel laboratorio Drechslerei Fritz apprenderete interessanti informazioni sull'intero processo produttivo, dalla crescita e abbattimento degli alberi ai manufatti ricavati dal legno. Fritz Unterkalmsteiner, esperto tornitore, sarà lieto di spiegarvi i dettagli del proprio mestiere e di illustrarvi le tecniche di tornitura impiegate già un secolo fa.

Durata della dimostrazione: 20 minuti circa
Orari di apertura: metà giugno – metà settembre, ogni giovedì dalle ore 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

Cultura e usanze

Tra Reggele e Striezel: alla scoperta di usanze e tradizioni del posto nella Casa Rohrerhaus a Sarentino.

Scopri di più

Artigianato tradizionale

L'artigianato della Val Sarentino è testimone di idee e di prodotti straordinari.

Scopri di più

Abbonati alla nostra newsletter
Nome

Indirizzo Email

La Val Sarentino in Alto Adige
Sarntal Standort
Tourist Info

Associazione Turistica Val Sarentino
Piazza Chiesa 9 • 39058 Sarentino
Alto Adige • Italia
+39 0471 623 091
info@sarntal.com



Informazioni - area sciistica Reinswald

Reinswalder Lift GmbH
Reinswald 129 • 39058 Val Sarentino
Alto Adige • Italia
+39 0471 625 132
info@reinswald.com